Feed RSS di Generazione Internet iscritti

Google Reader chiude: la migliore alternativa è Feedly

Da Google Reader a Feedly

Gli utenti che solitamente utilizzano (utilizzavano) Google Reader hanno ricevuto in questi giorni una cattiva notizia: il servizio, dal 1 luglio 2013, verrà completamente disattivato. Si tratta certamente di un duro colpo per moltissimi utenti, abituati da anni ormai, all’interfaccia e alle numerose funzionalità del gestore di feed per eccellenza. Al di là delle nostre considerazioni in merito alla scelta di Google, oggi vi segnaliamo Feedly, l’alternativa che sicuramente non vi farà rimpiangere Google Reader.

Il servizio offerto da Feedly è del tutto simile a quello offerto in precedenza da Google Reader, se non addirittura con qualche peculiarità maggiormente apprezzabile.

Feedly - Screenshot

Trasferimento da Google Reader a Feedly

Potrete trasferire tutte le vostre iscrizioni da Google Reader a Feedly con un semplice click: basta effettuare l’accesso a Feedly con il proprio account di Google (naturalmente quello collegato al vostro account di Google Reader) per sincronizzare automaticamente tutte le iscrizioni e trasferirle in Feedly. Si tratta di un’operazione davvero molto semplice e veloce, per un passaggio indolore.

Come accedere a Feedly

Feedly è disponibile per computer desktop, tramite l’accesso all’interfaccia Web, ma anche su dispositivi mobile e tablet tramite le apposite applicazioni per iOS e Android. Per la versione desktop, in particolare, potrete utilizzare le apposite estensioni e componenti aggiuntivi per Mozilla Firefox, Google Chrome e Safari.

Scaricare i dati di Google Reader

Tramite il servizio Google Takeout è possibile scaricare un archivio con tutti i dati di Google Reader, per poterli successivamente importare in moltissimi altri servizi e software di gestione dei feed. Il trasferimento in Feedly è automatico perciò non necessita di alcuna ulteriore operazione, ma vi invitiamo a scaricare il file dei dati come copia di backup oppure per provare altri servizi e software.

Considerazioni

Google, sul suo blog ufficiale, ha motivato la scelta di disattivare Google Reader spiegando che l’azienda intende ridurre il numero dei propri servizi per concentrarsi su prodotti profittevoli e più diffusi: sembra infatti che l’utilizzo di Reader sia in calo, un calo dovuto probabilmente alla diffusione delle piattaforme social, come il suo Google Plus.

Considerando che il servizio, sin dal 2005, era gratuito per tutti gli utenti, si tratta di una scelta sicuramente lecita ma che inevitabilmente lascia l’amaro in bocca a moltissime persone. Possiamo però consolarci, constatando che in Internet si può trovare (quasi) sempre una valida alternativa, in questo caso Feedly.

Link | Feedly

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

4 Commenti

  1. Gicu D. on 17 marzo 2013

    Nesuno ti da in realta qualcosa gratis.Ma ci sono sempre,grazie Dio alternative.
    Gentile come sempre GI.Mille grazie!

  2. Marcello H. on 12 novembre 2013

    Tuttavia mi dispiace, poiché non amo molto in realtà Google+ per la lettura delle notizie. Preferisco di gran lunga usarlo solo per applicazioni social e per comunicare con gli amici.

  3. Integratore on 13 gennaio 2016

    Confermo, è un ottimo strumento. Io che mi occupo di salute e benessere, lo uso molto tutti i giorni per tenere organizzati tutti gli argomenti che tratto sul mio blog. Grazie per questa utile guida.

  4. Sammy on 4 febbraio 2016

    Si tratta di un prodotto di Google. Ho usato altri prodotti. Ma questo è sopra di loro.

Lascia il tuo commento