Feed RSS di Generazione Internet iscritti

Problemi di privacy attivando Google Buzz: ecco come risolverli

Da pochi giorni BigG ha introdotto il servizio Google Buzz, ovvero un social network accessibile direttamente dal proprio indirizzo Gmail. La novità è stata accolta dagli utenti in vari modi: c’è chi è entusiasta di questa nuova possibilità di condividere i contenuti con i propri contatti Gmail e chi, invece, non ha ancora capito come funziona il servizio. Una cosa è certa: attivando Google Buzz incontriamo subito un problema legato alla privacy: vediamo in cosa consiste e le operazioni da eseguire per risolverlo.

Problema di privacy

Proprio nella fase iniziale di attivazione di Google Buzz il sistema preleva dai propri contatti una lista di persone da seguire e, tale elenco, viene automaticamente pubblicato nel proprio profilo pubblico, legato all’account Google. Ciò significa che chiunque potrà individuare sui vari profili pubblici i contatti delle persone che stiamo seguendo e di quelle che ci seguono, potendole aggiungere alla propria lista di contatti da seguire. Conseguentemente, sui profili dei nostri amici o colleghi che hanno attivato Buzz e che ci seguono, verranno pubblicate anche le nostre informazioni di contatto.

Operazioni da eseguire

Per risolvere il problema basta eseguire queste semplici operazioni:

1. Effettuare l’accesso al proprio account Gmail oppure account Google utilizzando le proprie credenziali;

2. Collegarsi alla pagina principale di Google;

3. In alto, a destra, cliccare “Impostazioni” e selezionare “Impostazioni account Google“;

4. Sulla sinistra, accanto alla propria immagine, cliccare “Modifica profilo“;

5. Deselezionare la casella “Visualizza l’elenco delle persone di cui seguo gli aggiornamenti e delle persone che seguono i miei aggiornamenti” e cliccare, in fondo alla pagina, “Salva modifiche“.

In questo modo, sul vostro profilo pubblico, non vi sarà più traccia delle informazioni riguardanti le persone che seguite e che vi seguono tramite Google Buzz.

Considerazioni

Va ricordato che, queste operazioni, dovrebbero essere eseguite anche dai vostri amici o colleghi sui loro account Google, in modo tale da salvaguardare le vostre informazioni.

Il legame fra privacy e social network ha sempre fatto discutere il popolo del Web; l’avvento di Google Buzz, da questo punto di vista, ha scatenato non poche polemiche e il nostro invito è quello di mantenere sempre alta l’attenzione per i propri dati pubblicati su Internet.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

Nessun commento

Lascia il tuo commento